Il nuovo singolo dalle sonorità in 8D

Da sempre, l’autrice e compositrice Moinè e il producer Saver hanno voluto mettersi in gioco sperimentando brani dalle sonorità inedite. Il risultato? Un lavoro nato spontaneamente, che arriva da dentro: musica chill, quella che un po’ tutti ascoltiamo in viaggio in macchina o sui mezzi, guardando fuori dal finestrino o in intimità nelle nostre cuffie, quella che porta alla mente i ricordi e smuove qualcosa dentro. “O almeno noi ci proviamo”.

«Ognuno di noi ha un posto del cuore – afferma Moinè Vorrei che ascoltando questa canzone tutti possano sentirsi nel posto dove vorrebbero essere»

L’artista

Moinè (Noemi Catapano) si avvicina alla musica all’età di 16 anni. Artista autodidatta, suona la chitarra, l’ukulele e le tastiere e scrive sin da subito. Dal 2015 avvia la collaborazione con Saver (dj, producer e mente creativa di stampo electro, elettro-pop) che porta i primi frutti nel febbraio 2016 con I’m Sure. Nel 2016 crea un live set originale, dal sound fresco e con una line-up che condensa in sé influenze di musica classica, elettronica, rock e pop. Il gruppo è composto da Saver (producer, machine), Valeria Rossetti (basso) e Fabrizio Papa (chitarre). Moinè conquista così la semifinale del Fiat Music Contest presentato da Red Ronnie e firma con l’etichetta Ego Italy con la quale pubblica i suoi primi singoli Closer to me, Fall. La band arriva alla finale di Arezzo Wave e vince il contest Destinazione Uno Maggio Taranto. Si esibisce sul palco dell’edizione 2018 che vede ospiti del calibro di Levante, Noemi, Emma Marrone, Brunori Sas, Diodato, Irene Grandi.

Il successo non si ferma e dopo aver calcato il palco di X-Factor fino alla fase dei Bootcamp, Moinè pubblica Down in collaborazione con il DJ Spada. Il singolo conquista la Top10 di MTV, Viral50 Italia, New music Friday e il podio nella Deutsche Dance Chart, oltre ad essere licenziato all’estero e supportato da magazine come DJ Mag Germany, We Rave You e da artisti come Klingande, Don Diablo, Wankelmut e Dan Black.

Non mancano le sperimentazioni di genere come si può ascoltare in Adal, brano dalle sonorità turche e frutto della collaborazione con Toldortunes, e in Rich Bitch di Saver, al quarto posto nella classifica dance di MTV e sincronizzata come soundtrack con una serie tv newyorkese (Assisted Linvings).

Ora, dopo qualche mese di inattività, Moinè lancia su tutte le piattaforme un nuovo brano intitolato Places, interamente autoprodotto grazie al suo compagno d’avventure Saver.
Places è disponibile su tutte le piattaforme digitali (Spotify, iTunes, YouTube, Instagram music…)

Places: Noemi è l’autrice e compositrice del brano e Saver il producer che trasforma la dimensione acustica di Moinè in un prodotto musicalmente più accattivante. L’una si avvale del suo particolare timbro di voce e l’altro del suo genio da sound designer, condensando in questo pezzo musica elettronica e strumenti reali come le chitarre acustiche ed elettriche.

Places è un’esperienza di ascolto immersiva dovuta ad una caratteristica di cui avrete sicuramente sentito parlare: la multidirezionalità del suono 8D. “Questa scelta ci ha aiutati a rendere al meglio l’illusione di trovarsi in luoghi differenti”.
Non c’è un genere di riferimento, bisogna ascoltarlo!

«Places nasce dall’esigenza di potermi ricongiungere con una persona che non c’è più, la mia anima guida – dichiara Moinè. – Ho immaginato, nei momenti più belli o di estrema difficoltà, di poter condividere con Lei le mie gioie, i miei traguardi, le mie paure e i miei fallimenti, dai più piccoli ai più atroci. Avrei tanto voluto sapere cosa avrebbe pensato o quale via mi avrebbe indicato, ma in un certo senso, in una dimensione surreale, Lei c’è in qualche modo, si fa sentire e sono io a permettere questa connessione con quel posto speciale dove ci incontriamo con le nostre menti»
«Dall’alto nulla può essere nascosto: le bellezze del nostro mondo, le ingiustizie, le maschere, l’amore, la paura e l’odio. Places è il punto di vista perfetto, un luogo neutrale per riflettere ed evadere»

La cover è di Martina Loiola. Raffigura uno dei posti meno antropizzati, meno alterati dall’uomo ma ampiamente danneggiati: la Foresta Amazzonica, dove tutto è natura, nulla è modificato e tutto si mostra per ciò che è realmente. I richiami alla vaporwave e il surrealismo erano necessari per avvicinarci al luogo fantastico che non esiste se non nella nostra immaginazione, quasi a voler rappresentare uno stato d’animo più che un posto.

INSTAGRAM:

https://www.instagram.com/moineoff/

SPOTIFY:

FACEBOOK:

https://www.facebook.com/Moineoff/
0 Commenti

Lascia Un Commento

©2020 RedHouseRadio

CONTATTACI

Contattaci per qualsiasi Cosa... Ti risponderemo il Prima Possibile

Sending

Accedi con le Tue Credenziali

Oppure    

Ripristina Password

Create Account