Intervista a cura di Pamela Carbone

Mai come in questo periodo durante le nostre dirette, cerco di darvi consigli sulla skincare, sul makeup, ma ahimè, quando mi chiedete qualche dritta sulla cura dei capelli, non posso proprio aiutarvi!

Allora mi sono affidata ad una persona competente ed ho fatto per voi qualche domanda a Selene.

Sono sempre stata esigente sulla scelta del parrucchiere, ho girato e rigirato, quando un giorno mi sono imbattuta in un salone nella zona Colle Salario di Roma e sono stata letteralmente affascinata dalla bellezza e dall’eleganza.

Sono entrata per curiosità, ho provato un trattamento e da quel momento è diventato il mio parrucchiere di fiducia.

Secondo me un parrucchiere deve avere dei requisiti fondamentali: essere gentile e cortese con i clienti, ascoltare le richieste, usare buoni prodotti, far sì che si esce con il sorriso e sopratutto il rapporto qualità prezzo.

Nel suo salone ho trovato tutto questo grazie anche ai collaboratori scelti da Selene, nel caso specifico Martina che, seppur giovanissima, è sempre stata attenta alla cura e alla manutenzione della mia chioma che, vi assicuro, è davvero un’impresa da gestire!

Ciao Selene, innanzitutto parlaci un po’ di te, come è nata la tua professione?

«La mia passione per questo lavoro nasce dalla voglia di cambiare , migliorare e personalizzare l’aspetto di ciascuno di noi, rendendolo unico e inimitabile. Da sempre, vedersi in ordine, è sempre stata una delle cose che ci fa sentire meglio e io aiuto le mie clienti a sentirsi bene con se stesse.» 

Che requisiti deve avere secondo te un bravo parrucchiere?

«Dal mio punto di vista possiamo essere tutti in grado di preparare una miscela, prendere in mano un paio di forbici e avere una vena artistica che ci permetta di tirar fuori capolavori ma per me non basta. Il parrucchiere o come preferisco chiamarlo io “Professionista dell immagine” deve essere in grado di capire le vere esigenze del perché una cliente desideri un cambiamento in particolare pur non essendo sicura e cercare di soddisfare al meglio la richiesta non cambiando il suo aspetto, bensì migliorarlo.»

Mai come in questo periodo dobbiamo ricorrere al fai da te per la cura dei nostri capelli.Quali sono i consigli che ti chiedono più spesso i tuoi clienti?

«In questo periodo, mi sono state fatte molte richieste su come poter idratare i capelli sopratutto da quelle clienti che hanno sottoposto i capelli a lavori invasivi come decolorazioni e schiariture.»

Argomento ricrescita, come possiamo rimediare senza fare danni?

«Per quanto riguarda la ricrescita, la cosa migliore sarebbe aspettare, ma capisco il disagio del vedersi in disordine sopratutto per chi ha continuato a lavorare in questo periodo. Il mio consiglio è quello di chiedere al parrucchiere di fiducia il numero esatto del colore e cercare di fare un tono più chiaro per poter intervenire se qualcosa va storto.»

Quanto è importante usare un prodotto professionale e quali caratteristiche deve avere?

«Per quanto mi riguarda , penso che utilizzare prodotti professionali sia fondamentale per una buona tenuta del colore, della consistenza dei capelli e per proteggere la cute da tutti quegli agenti aggressivi quali tensioattivi, parabeni, sali e siliconi. Il mio consiglio è quello di farsi consigliare dal proprio curatore d’immagine il prodotto migliore perché ognuno di noi ha un bisogno diverso e i prodotti commerciali non rispettano nessuna di queste caratteristiche. Spendere un pò di più per un buon prodotto vuol dire risparmiare sui danni che potrebbero causare prodotti a costo zero.»

Nell’attesa della riapertura dei saloni, come possiamo mantenere al meglio i nostri capelli, che accorgimenti dobbiamo avere?

«Nell attesa della riapertura consiglio di non fare esperimenti sui capelli, quali colori, decolorazioni e tagli di frangette fatte con le forbici da cucina! Lavare i capelli massimo due volte alla settimana con prodotti professionali e utilizzare, per chi ne fa uso, prodotti termo protettivi prima di trattamenti con piastra e altre fonti di calore.»

Anche se sarà un’estate diversa non possiamo rinunciare a sfoggiare una chioma sempre sistemata e alla moda. Quali sono le tendenze riguardo tagli e colori per questa stagione?

«In genere il periodo estivo lascia libero sfogo a ciascuno di noi di poter sfoggiare il lato “selvaggio” visto il caldo e la poca tenuta delle messe in piega fatte da noi . In genere nel periodo che precede l’estate effettuiamo molti lavori tecnici di schiaritura per dare un tocco di luce ai volti scuriti dal sole. Purtroppo questa emergenza ci ha impedito di poter svolgere corsi di formazione programmati per la stagione primavera-estate, ma noi siamo artisti, qualcosa di bello tireremo senz’altro fuori!»

0 Commenti

Lascia Un Commento

©2020 RedHouseRadio

CONTATTACI

Contattaci per qualsiasi Cosa... Ti risponderemo il Prima Possibile

Sending

Accedi con le Tue Credenziali

Oppure    

Ripristina Password

Create Account